Quando andare dallo psichiatra: disagio psichico tra false aspettative e ritardo nelle cure - Psichiatra Psicoterapeuta Roma

Quando andare dallo psichiatra: disagio psichico tra false aspettative e ritardo nelle cure

È opinione piuttosto comune che lo psichiatra sia una figura professionale dedita alla diagnosi e al trattamento di disturbi psichici gravi tali da necessitare una terapia farmacologica complessa.

In realtà lo psichiatra non si occupa solo della prescrizione dei trattamenti farmacologici in quanto, oltre ad essere medico, specialista in psichiatria, lo psichiatra è anche uno psicoterapeuta e pertanto può effettuare con il paziente un percorso psicoterapeutico finalizzato al recupero del suo completo benessere.

A differenza di altre discipline mediche i pregiudizi mostrati dai pazienti psichiatrici nell’effettuare una visita specialistica possono comportare un ritardo nella diagnosi e nell’impostazione di un trattamento adeguato.

Non tutti sanno però che lo psichiatra è un medico e come tale prescrive farmaci solo quando strettamente necessario. Il paziente può decidere o meno se accettare la terapia prescritta esponendo tutti i suoi dubbi e le perplessità in merito.

I pazienti affetti da Depressione Maggiore si recano generalmente dopo molti mesi dallo psichiatra riferendo di aver rimandato il consulto solo perché “ne volevano uscire da soli” oppure perché “aspettavano che passasse da sola”. Purtroppo la Depressione Maggiore è un disturbo invalidante che va trattato precocemente per evitare che diventi ricorrente o resistente ai trattamenti.

Secondo un recente studio, invece, i pazienti affetti da Schizofrenia decidono di rivolgersi ad uno psichiatra solo quando avvertono sintomi cognitivi rilevanti (come deficit di attenzione o concentrazione) mentre la presenza di deliri o allucinazioni, seppur angosciante per i pazienti, non sembra determinante per la richiesta di un supporto clinico (Brett et al., 2015). La schizofrenia è una patologia cronica che esordisce in adolescenza o nella prima età adulta. Generalmente i pazienti non hanno consapevolezza di malattia e all’esordio del disturbo possono presentare ritiro sociale e comportamenti compulsivi. Le difficoltà di contatto che si manifestano tra paziente e familiari si presentano anche con lo psichiatra per cui è importante intervenire preocemente per ridurre i sintomi.

Con questo articolo vorrei sottolineare come il fattore tempo non sia tenuto spesso in considerazione dai pazienti psichiatrici quando, invece, risulta essere fondamentale per la completa risoluzione del quadro clinico manifestato.

La visita specialistica precoce permette di conoscere da subito la gravità del proprio disturbo ed ottenere più facilmente una remissione completa dei sintomi in tempi relativamente brevi di trattamento.

Riferimenti bibliografici:

Brett CM et al (2015). Which psychotic experiences are associated with a need for clinical care? Eur Psychiatry. S0924-9338 (14)00659-2.

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

News

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra Psicoterapeuta Roma

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

ragazzi diabetici

Ansia e depressione nei ragazzi con diabete di tipo 1

I giovani affetti da diabete mellito sono a rischio di soffrire di sintomi ansiosi, depressivi più intensi rispetto ad adulti e anziani. Il diabete di…

Continua a leggere...
Paura delle belle donne: Venustrafobia - Psichiatra Psicoterapeuta Roma

Paura delle belle donne: Venustrafobia

Cause, sintomi e terapia per la fobia delle donne attraenti. La maggior parte degli uomini è attratto da belle donne. Alcuni individui, però, al solo…

Continua a leggere...
sindrome del prigioniero

Sindrome della capanna: quando si fatica a ripartire

Cause, sintomi e terapia della sindrome post-quarantena. La sindrome della capanna (anche detta del prigioniero) è una condizione psicologica che si verifica dopo periodi prolungati…

Continua a leggere...
coronavirus e salute mentale

Coronavirus: in evidenza una emergenza psicologica

L’isolamento dovuto al coronavirus sta favorendo l’insorgenza di vari disturbi psichici nella popolazione sana come riportato dai dati statistici. Siamo nel bel mezzo di una pandemia…

Continua a leggere...