via Panaro 11, Roma - zona Corso Trieste | tel. 380.89.06.289

  piazza Armenia 9, Roma - zona San Giovanni | tel. 380.89.06.289

Psichiatra-a-Roma-e-Perugia-Psicoterapeuta-Tiziana-Corteccioni-Depressione

Depressione Maggiore e depressione cronica

La presenza di una persistente sensazione di disperazione e perdita di speranza nel futuro è un sintomo caratteristico della Depressione Maggiore. In chi ne soffre diventa difficile lavorare, studiare, mangiare, dormire e godere a pieno delle attività della vita quotidiana. Gli episodi di Depressione Maggiore possono essere singoli o ricorrenti, questo dipende sia da una predisposizione genetica (familiarità positiva per tale disturbo) che da variabili psicosociali e ambientali.

Secondo il DSM V (Manuale Diagnostico e Statistico delle Malattie mentali) deve essere presente ogni giorno per almeno due settimane almeno un sintomo tra umore depresso o perdita di piacere e di interessi in aggiunta ad almeno altri quattro sintomi (per un totale di cinque) tra cui stanchezza, insonnia o ipersonnolenza, perdita o aumento di appetito, difficoltà di concentrazione, sentimenti di colpa eccessivi o inappropriati, idee di morte. Nei casi gravi possono esserci manifestazioni psicotiche (deliri e allucinazioni).

In Italia il rischio di avere nell’arco della vita un episodio di Depressione Maggiore è pari al 10%. Le donne hanno un rischio doppio rispetto agli uomini ed i periodi più vulnerabili sono la pubertà, il periodo mestruale, la gravidanza, il post-partum e la menopausa. L’età media di insorgenza è pari a 25 anni ma può verificarsi in qualsiasi momento della vita.

Per Depressione cronica o persistente si intende, invece, una cronica sintomatologia depressiva della durata di almeno due anni e caratterizzata da almeno due sintomi tra insonnia o ipersonnolenza, perdita o aumento di appetito, difficoltà di concentrazione, stanchezza, sentimenti di disperazione, bassa autostima.

I trattamenti che possono essere utilizzati sono sia farmacologici che psicoterapeutici. I farmaci utilizzati sono antidepressivi e ipnoinducenti mentre i trattamenti psicoterapeutici di efficacia riconosciuta sono quelli di tipo cognitivo-comportamentale.

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra-a-Roma-e-Perugia-Psicoterapeuta-Tiziana-Corteccioni

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

Principali patologie trattate

  • Depressione Maggiore
  • Disturbo Bipolare
  • Attacchi di Panico
  • Disturbo d'Ansia Generalizzato
  • Fobia Sociale
  • Fobie Specifiche
  • Disturbo Ossessivo-compulsivo
  • Disturbi del Sonno
  • Disturbi Alimentari
  • Disturbi di Personalità
  • Schizofrenia

Cos’è il delirio di onnipotenza o grandezza: significato in psichiatria, sintomi associati, cosa fare, come si cura

I deliri di onnipotenza o grandezza possono essere presenti sia nel disturbo bipolare sia nei disturbi psicotici. La schizofrenia, probabilmente più debilitante rispetto al disturbo…

Continua a leggere...

Come sconfiggere la paura di guidare: i rimedi per riprendere la guida dopo un incidente, in autostrada o su strade sconosciute

La paura di guidare (o amaxofobia) è una fobia specifica riconosciuta come entità psicologica complessa. Sono molte le analogie con la fobia dell’aereo. Gli studi…

Continua a leggere...

Bullismo e cyberbullismo a scuola, conseguenze psicologiche: come si deve affrontare il fenomeno, perché intervenire precocemente, cosa devono fare gli insegnanti e i genitori

Il bullismo è un fenomeno sociale che si manifesta attraverso la messa in atto di comportamenti intenzionali di tipo violento, fisici e/o psicologici, ripetuti nel…

Continua a leggere...

Ansia, depressione, altri disturbi che possono dipendere da cambio di stagione, età, sesso e mese di nascita: è vero che malessere, stanchezza, insonnia sono più frequenti in autunno e primavera?

Ansia, depressione e disturbi del sonno sembrerebbero più frequenti al cambio di stagione. Molto comune è la presenza di malessere, stanchezza e insonnia in autunno…

Continua a leggere...

Condividi con un amico