Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale

Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale Roma

Cos’è la psicoterapia cognitivo-comportamentale?

La dott.ssa Tiziana Corteccioni effettua sedute di psicoterapia cognitivo-comportamentale a coloro che ne hanno bisogno. La psicoterapia cognitivo-comportamentale (anche detta terapia cognitivo-comportamentale) è un percorso terapeutico finalizzato a regolare le emozioni ripristinando il benessere. La perdita del controllo delle proprie emozioni, infatti, può favorire la strutturazione di contenuti che mettono a disagio impedendo una vita quotidiana soddisfacente.

 

Come è possibile recuperare la gestione delle emozioni e l’autocontrollo?

Le emozioni principali sono: paura, rabbia, tristezza, gioia, colpa, vergogna e disgusto. La regolazione emotiva è fondamentale per mantenere un umore stabile. La qualità dei nostri pensieri, infatti, dipende dall’intensità delle emozioni sottostanti. Se abbiamo paura di qualcosa, percepiamo un pericolo e strutturiamo il contenuto dei nostri pensieri per individuare la minaccia e abbassare questa paura. Se il pericolo individuato, però, non è quello corretto possiamo stare male. Un classico esempio è quello di chi soffre di attacchi di panico ricorrenti. Il panico è una paura intensa sulla quale si struttura un pensiero non funzionale (paura di prendere la macchina, di andare al centro commerciale, di stare in coda ecc.). In realtà la paura c’è ma rappresenta qualcosa di diverso e, grazie a un percorso di psicoterapia cognitivo-comportamentale, è possibile individuarla e regolarla.

 

L’alleanza terapeutica è alla base della riuscita del percorso di psicoterapia.

Una relazione terapeutica soddisfacente e fiduciosa con il terapeuta è alla base della riuscita del percorso di cura. Lo psicoterapeuta ha il ruolo di accompagnatore nel percorso di esplorazione dei propri pensieri e delle proprie emozioni. La sua funzione è quella di mettere in luce episodi salienti della vita evidenziandone l’intensità emotiva.

 

La teoria alla base della psicoterapia cognitivo-comportamentale.

Lo sviluppo della terapia cognitivo-comportamentale deriva dallo studio della complessa relazione tra emozioni, pensieri e comportamenti. Si tratta di individuare una perfetta combinazione di elementi che vanno incastrati alla perfezione come i pezzi di un puzzle. Se uno è sbagliato, semplicemente perché non ci fa stare bene, va modificato in quanto influenza l’armonia di tutti gli altri.

 

Quanto dura un percorso di psicoterapia cognitivo-comportamentale?

Il percorso può avere una durata variabile da persona a persona con un'indicazione minima di 6 mesi ed una media di un anno. Rispetto ad altri orientamenti terapeutici il percorso cognitivo-comportamentale ha, però, una durata più contenuta in quanto è finalizzato alla risoluzione dei sintomi.

 

Quali patologie si possono trattare con la psicoterapia cognitivo-comportamentale?

La terapia cognitivo-comportamentale è efficace nella cura dei disturbi psicologici e la validità è scientificamente riconosciuta. Le linee guida internazionali la valutano come trattamento di prima linea dei seguenti disturbi: Depressione Maggiore, disturbo bipolare, disturbo di panico (attacchi di panico), disturbo d’ansia generalizzato, disturbo ossessivo-compulsivo, disturbo post-traumatico da stress, disturbo acuto da stress, fobia sociale, fobie specifiche, ipocondria, disturbi del comportamento alimentare, disturbi psicosomatici, disfunzioni sessuali, disturbi di personalità, dipendenze. Nella schizofrenia utile è l’associazione tra percorso di psicoterapia e farmacoterapia.

Principali patologie trattate

Cerca sul sito

News

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra Psicoterapeuta Roma

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.