via Panaro 11, Roma - zona Corso Trieste | tel. 380.89.06.289

  piazza Armenia 9, Roma - zona San Giovanni | tel. 380.89.06.289

narcisistic

Il disturbo narcisistico di personalità

Il disturbo narcisistico è come gli altri disturbi di personalità stabile, persistente ed insorge durante l’adolescenza o la prima età adulta.
Tratti narcisistici sono molto diffusi nella popolazione generale, basta pensare alle recenti mode di condividere attraverso i social network foto e filmati realizzati in ogni momento della giornata. Gli individui con disturbo narcisistico di personalità sono, però, caratterizzati anche da un senso grandioso di importanza, necessità di ammirazione e mancanza di empatia.

Generalmente i soggetti con disturbo narcisistico si mostrano arroganti e presuntuosi esagerando talenti, risultati raggiunti e riconoscendosi superiori agli altri. Essi si preoccupano continuamente di realizzare fantasie di illimitato successo, bellezza o amore ideale. Data la loro certezza di essere individui speciali ed unici richiedono eccessiva ammirazione da parte degli altri, mancando di empatia e tendendo allo sfruttamento interpersonale. Essi invidiano gli altri o credono di essere a sua volta invidiati dagli altri per la loro superiorità.

Le cause sembrerebbero riconducibili al modello biopsicosociale: fattori genetici, sociali (come il soggetto interagisce durante l’infanzia con la famiglia e gli altri bambini) e psicologici (attaccamento o temperamento) sembrerebbero contribuire in egual misura all’insorgenza del disturbo.
La prevalenza del disturbo varia dal 2 al 22% circa nella popolazione affetta da un disturbo psichiatrico ed è minore dell’1% nella popolazione generale.

I soggetti con disturbo narcisistico consultano raramente uno psichiatra o uno psicoterapeuta a meno che non abbiano sintomi di disagio psichico associati al disturbo di personalità. 62 soggetti con disturbo narcisistico di personalità, 62 soggetti con disturbo borderline di personalità e 59 soggetti con entrambe le diagnosi sono stati valutati tramite interviste semistrutturate e test specifici per indagare la presenza di altri disturbi psichiatrici in associazione al disturbo di personalità. Generalmente i disturbi psichiatrici associati ai due disturbi di personalità sembrano essere gli stessi con minori punteggi nel disturbo narcisistico alle scale di depressione e a quelle che valutano sintomi generali da stress (Ritter K et al., 2010). Alcuni studi hanno riportato la prevalenza del disturbo narcisistico di personalità nei disturbi psichiatrici maggiori. Tale disturbo si riscontrerebbe mediamente in meno del 22% dei pazienti psichiatrici, specialmente in quelli che fanno uso di sostanze (12-38%) o affetti da disturbo bipolare (4-47%). Il disturbo narcisistico di personalità è scarsamente presente negli individui affetti da disturbo ossessivo-compulsivo. Vengono segnalati, inoltre, casi in comorbilità con depressione, ipocondria e anoressia nervosa (Ronningstam, 1996).

Come per gli altri disturbi di personalità la psicoterapia risulta essere il trattamento di prima linea rispetto al trattamento farmacologico ed i risultati risulterebbero soddisfacenti. Alcuni trattamenti sono resi più complessi da interruzioni volontarie della terapia, abuso di sostanze, rischio di suicidio o altri comportamenti interferenti con la terapia. Il fattore principale per determinare la prognosi del disturbo rimane la capacità dell’individuo di riconoscere di avere un problema e di chiedere aiuto ad uno specialista (Wilberg et al., 2014).

Riferimenti bibliografici:

Ritter et al (2010). Comorbidity in patients with narcissistic personality disorder in comparison to patients with borderline personality disorder. Psychoter Psychosom Med Psychol. 60 (1). 14-24.

Ronningstam E (1996). Pathological narcisism and narcissistic personality disorder in Axis I disorders. 3(6): 326-40.

Wilberg et al (2014). Patients with personality disorders in private specialist practice. Tidsskr Nor Laegeforen 134(23/24): 2267-2271.

Condividi l'articolo sui Social:

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra-a-Roma-e-Perugia-Psicoterapeuta-Tiziana-Corteccioni

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

Principali patologie trattate

Disturbo bipolare: una cura definitiva possibile grazie allo studio del DNA?

I farmaci presenti in commercio per la cura del disturbo bipolare possono determinare modificazioni genetiche importanti per la ricerca di terapie personalizzate.   Il disturbo…

Continua a leggere...
migliore cura ansia e depressione

Nel cervello di chi soffre di ansia e depressione per trovare la migliore cura

Diverse ricerche hanno valutato le anomalie neurologiche presenti nei pazienti ansiosi e depressi al fine di individuare nuove cure per queste patologie.   I disturbi…

Continua a leggere...
farmaci per disturbo bipolare

Litio: effetti positivi e collaterali del farmaco per la cura del disturbo bipolare

Efficacia e potenziali effetti indesiderati del farmaco di prima linea nel trattamento della sindrome affettiva bipolare.   Il litio è un farmaco efficace nel trattamento…

Continua a leggere...
paura di essere felice

Cherofobia: perché ogni volta ho paura di essere felice?

Come superare la paura della felicità con la terapia cognitivo-comportamentale.   Per cherofobia si intende la paura irrazionale di essere felici accompagnata dall’evitamento di attività…

Continua a leggere...