via Panaro 11, Roma - zona Corso Trieste | tel. 380.89.06.289

  piazza Armenia 9, Roma - zona San Giovanni | tel. 380.89.06.289

narcisistic

Il disturbo narcisistico di personalità

Il disturbo narcisistico è come gli altri disturbi di personalità stabile, persistente ed insorge durante l’adolescenza o la prima età adulta.
Tratti narcisistici sono molto diffusi nella popolazione generale, basta pensare alle recenti mode di condividere attraverso i social network foto e filmati realizzati in ogni momento della giornata. Gli individui con disturbo narcisistico di personalità sono, però, caratterizzati anche da un senso grandioso di importanza, necessità di ammirazione e mancanza di empatia.

Generalmente i soggetti con disturbo narcisistico si mostrano arroganti e presuntuosi esagerando talenti, risultati raggiunti e riconoscendosi superiori agli altri. Essi si preoccupano continuamente di realizzare fantasie di illimitato successo, bellezza o amore ideale. Data la loro certezza di essere individui speciali ed unici richiedono eccessiva ammirazione da parte degli altri, mancando di empatia e tendendo allo sfruttamento interpersonale. Essi invidiano gli altri o credono di essere a sua volta invidiati dagli altri per la loro superiorità.

Le cause sembrerebbero riconducibili al modello biopsicosociale: fattori genetici, sociali (come il soggetto interagisce durante l’infanzia con la famiglia e gli altri bambini) e psicologici (attaccamento o temperamento) sembrerebbero contribuire in egual misura all’insorgenza del disturbo.
La prevalenza del disturbo varia dal 2 al 22% circa nella popolazione affetta da un disturbo psichiatrico ed è minore dell’1% nella popolazione generale.

I soggetti con disturbo narcisistico consultano raramente uno psichiatra o uno psicoterapeuta a meno che non abbiano sintomi di disagio psichico associati al disturbo di personalità. 62 soggetti con disturbo narcisistico di personalità, 62 soggetti con disturbo borderline di personalità e 59 soggetti con entrambe le diagnosi sono stati valutati tramite interviste semistrutturate e test specifici per indagare la presenza di altri disturbi psichiatrici in associazione al disturbo di personalità. Generalmente i disturbi psichiatrici associati ai due disturbi di personalità sembrano essere gli stessi con minori punteggi nel disturbo narcisistico alle scale di depressione e a quelle che valutano sintomi generali da stress (Ritter K et al., 2010). Alcuni studi hanno riportato la prevalenza del disturbo narcisistico di personalità nei disturbi psichiatrici maggiori. Tale disturbo si riscontrerebbe mediamente in meno del 22% dei pazienti psichiatrici, specialmente in quelli che fanno uso di sostanze (12-38%) o affetti da disturbo bipolare (4-47%). Il disturbo narcisistico di personalità è scarsamente presente negli individui affetti da disturbo ossessivo-compulsivo. Vengono segnalati, inoltre, casi in comorbilità con depressione, ipocondria e anoressia nervosa (Ronningstam, 1996).

Come per gli altri disturbi di personalità la psicoterapia risulta essere il trattamento di prima linea rispetto al trattamento farmacologico ed i risultati risulterebbero soddisfacenti. Alcuni trattamenti sono resi più complessi da interruzioni volontarie della terapia, abuso di sostanze, rischio di suicidio o altri comportamenti interferenti con la terapia. Il fattore principale per determinare la prognosi del disturbo rimane la capacità dell’individuo di riconoscere di avere un problema e di chiedere aiuto ad uno specialista (Wilberg et al., 2014).

Riferimenti bibliografici:

Ritter et al (2010). Comorbidity in patients with narcissistic personality disorder in comparison to patients with borderline personality disorder. Psychoter Psychosom Med Psychol. 60 (1). 14-24.

Ronningstam E (1996). Pathological narcisism and narcissistic personality disorder in Axis I disorders. 3(6): 326-40.

Wilberg et al (2014). Patients with personality disorders in private specialist practice. Tidsskr Nor Laegeforen 134(23/24): 2267-2271.

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra-a-Roma-e-Perugia-Psicoterapeuta-Tiziana-Corteccioni

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

Principali patologie trattate

  • Depressione Maggiore
  • Disturbo Bipolare
  • Attacchi di Panico
  • Disturbo d'Ansia Generalizzato
  • Fobia Sociale
  • Fobie Specifiche
  • Disturbo Ossessivo-compulsivo
  • Disturbi del Sonno
  • Disturbi Alimentari
  • Disturbi di Personalità
  • Schizofrenia
pianto in psicologia

Cosa significa piangere sempre? Il pianto in psicologia

Ci sono condizioni nelle quali è molto comune piangere (ad esempio, quando si è arrabbiati, incinta, si ha la febbre, con il ciclo mestruale). Cosa significa…

Continua a leggere...
fumo, ansia e depressione

Smettere di fumare provoca ansia e fa andare in depressione?

Un’alta percentuale di fumatori soffre di disturbi psichici quali ansia e depressione. Le frasi riferite più spesso dai soggetti con l’abitudine a consumare sigarette sono: “quando fumo…

Continua a leggere...
rimedi per il sonno

Insonnia: cosa non fare, come comportarsi, a chi rivolgersi

L’insonnia è un disturbo che colpisce una grande proporzione della popolazione. I soggetti che ne soffrono riferiscono insoddisfazione per la durata o la qualità del…

Continua a leggere...
Come vincere la solitudine dopo la morte del coniuge?

Come sopravvivere alla morte della persona amata grazie alla psicoterapia

La morte del proprio compagno di vita lascia dietro di sé una profonda angoscia, un immenso dolore, difficilmente accettabile, sia che avvenga in giovane età…

Continua a leggere...

Condividi con un amico