manipolatore perverso

Narcisismo maligno: come difendersi

Il narcisista maligno si può curare se affronta il suo disturbo come problematica di coppia.

Per narcisismo maligno si intende una sindrome complessa che comprende tratti di personalità narcisistici uniti a comportamenti che ricordano i disturbi di personalità borderline, antisociale e paranoie.

Si tratta di soggetti, anche detti manipolatori perversi, che hanno un’esagerata considerazione del proprio valore, presuntuosi, che si sentono superiori e per questo meritevoli di trattamenti particolari richiedendo un soddisfacimento immediato dei propri bisogni.

Il raggiungimento di un bisogno è il loro obiettivo principale che li porta spesso a manipolare una vittima, ad esempio il proprio partner, inducendo il lei un forte senso di colpa. Ed è così che la relazione si basa su regole rigide, spesso impostate proprio dal narcisista, le quali, se non rispettate, conducono ad atti di violenza proprio come nel disturbo antisociale di personalità.

Il giorno dopo, invece, questi soggetti magari si comportano come se non fosse successo nulla manifestando marcate oscillazioni emotive proprio come i soggetti affetti da disturbo borderline

I manipolatori perversi, inoltre, giudicano la vittima e sono convinti di non sbagliare mai. Se si provano a contestare o ad attaccare in quale modo posso manifestare atteggiamenti persecutori proprio come i soggetti affetti da disturbo di personalità paranoide.

Cosa fare se ci si trova in una relazione con un soggetto affetto da narcisismo maligno?

Sicuramente bisogna chiedere aiuto alle autorità se si sono subiti episodi di violenza. In caso contrario si può provare ad affrontare il problema come una difficoltà di coppia proprio perché, mancando di capacità di introspezione, questi soggetti mostrano disagio se invitati a rivolgersi ad uno specialista.

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

News

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra Psicoterapeuta Roma

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

depressione che non passa

Depressione resistente al trattamento con farmaci: cosa fare?

La depressione farmaco resistente può essere trattata efficacemente attraverso l’associazione tra farmaci e un percorso di psicoterapia cognitivo-comportamentale. La depressione resistente ai farmaci è caratterizzata…

Continua a leggere...
persona disperata psicologia

Come uscire dalla disperazione: a chi chiedere aiuto

La disperazione comporta una perdita di fiducia nei confronti del futuro la quale si può recuperare con l’aiuto di uno psichiatra psicoterapeuta. Si può uscire…

Continua a leggere...
disturbo depressivo post-operatorio

Depressione e ansia post-operazione da carcinoma

I sintomi di depressione e ansia insorti in seguito ad un intervento chirurgico devono essere trattati precocemente. I disturbi d’ansia e la depressione sembrerebbero più…

Continua a leggere...
fattori rischio episodio depressivo

Cosa può causare la depressione: i fattori di rischio più comuni

La Depressione Maggiore può essere causata da specifici eventi e disfunzioni cognitive i quali ne favoriscono l’esordio ed i processi di ricaduta. La Depressione Maggiore…

Continua a leggere...