persona che ti delude

Come superare una delusione in amicizia e amore: psicologia, rimedi

Quando una persona ti delude profondamente niente torna come prima ma il cambiamento non implica necessariamente la fine della relazione. 

 

Le delusioni della vita ci cambiano. Spesso si ha il rimpianto per avere iniziato un’amicizia o una relazione amorosa se questa non si è rilevata all’altezza delle nostre aspettative. A volte, invece, è il proprio collega o datore di lavoro a deluderci. Lo scopo di una ricerca era quello di identificare modelli di sentimenti e comportamenti di delusione in donne che avevano subito violenza verbale sul posto di lavoro.

I ricercatori, pertanto, hanno valutato ventotto infermiere della California con dati raccolti utilizzando interviste approfondite. Le principali esperienze riferite dalle partecipanti includevano, quindi, delusione professionale, assenza di sostegno alla pari, mancanza di preparazione, da parte del personale preposto, sulla prevenzione della violenza, aspettative irrealistiche dei pazienti (Howerton Child & Sussman, 2017). Le aspettative irrealistiche sulle proprie mansioni lavorative, pertanto, possono facilitare il verificarsi di delusioni.

La delusione è un aspetto emotivo molto complesso. La ricerca sulle emozioni tra i gruppi, infatti, ha mostrato poca attenzione verso l’espressione delle emozioni. Secondo alcune ricerche, inoltre, nel contesto di conflitti tra i gruppi, l’espressione della delusione nei confronti del proprio gruppo indurrebbe l’emozione complementare della colpa collettiva. Di conseguenza tale colpa genererebbe un’azione collettiva di protesta verso le azioni del proprio gruppo contro l’altro gruppo (Solak et al., 2017).

Provare delusione, anche senza dichiararlo, comporta l’attivazione di muscoli specifici del viso. In uno studio è stato valutato il modo nel quale i muscoli corrugatore della fronte e zigomatico rispondono ai risultati delle decisioni (vale a dire a guadagni e perdite). E’ stata utilizzata, quindi, un’attività di gioco d’azzardo nella quale ai partecipanti venivano presentati i risultati ottenuti, seguiti da quelli non ottenuti. L’attività dei muscoli sembrerebbe sensibile ai risultati delle decisioni, in modo tale che le maggiori perdite ottenute (delusione) ed i maggiori guadagni non ottenuti (rimpianto) potrebbero entrambi aumentare la reattività muscolare.

Secondo la ricerca l’attività nel muscolo zigomatico, però, non era molto sensibile ai risultati ottenuti o non ottenuti ma mostrava sensibilità alle immagini emotive negli stessi partecipanti, nella forma di una relazione lineare positiva con valenza emotiva auto-riferita. L’attività del corrugatore della fronte, invece, era negativamente correlata alla valenza emotiva. I risultati dello studio, quindi, indicano la sensibilità del corrugatore ai risultati delle decisioni oggettive, evidenziando l’utilità dell’elettromiografia facciale nella ricerca sul processo decisionale e sul comportamento di gioco (Wu & Clark, 2015).

In amore o in amicizia è molto comune ricercare nell’altro i propri bisogni intraprendendo un processo di idealizzazione. La delusione delle aspettative positive su una determinata relazione, pertanto, può essere molto dolorosa e non implica necessariamente la fine del rapporto. Si può tornare comunque ad essere felici attraverso un processo di cambiamento. Solo se la delusione è accompagnata da marcata angoscia e sintomi depressivi è consigliabile richiedere il supporto di uno specialista.

Riferimenti bibliografici:

Howerton Child RJ & Sussman EJ (2017). Occupational Disappointment: Why Did I Even Become a Nurse? J Emerg Nurs. 43(6): 545-552. 

Solak N et al (2017). Disappointment expression evokes collective guilt and collective action in intergroup conflict: the moderating role of legitimacy perceptions. Cogn Emot. 31(6): 1112-1126.

Wu Y & Clark L (2015). Disappointment and regret enhance corrugator reactivity in a gambling task. Psychophysiology. 52(4): 518-23. 

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra Roma

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

Principali patologie trattate

paura di germi e sporco

Germofobia: sintomi e cure della paura di contaminarsi

La paura dei germi e dello sporco scatenano una serie rituali compulsivi che portano paradossalmente ad un aggravamento dell’ansia e ad uno stato di trascuratezza….

Continua a leggere...
coronavirus disturbi psichici

Coronavirus: le conseguenze psicologiche

L’epidemia da coronavirus può favorire l’insorgenza di disturbi psichici invalidanti. Il coronavirus COVID-19 è un virus a RNA scoperto per la prima volta nel 2019…

Continua a leggere...
Ansia da Coronavirus - Psichiatra Roma

Ansia da coronavirus: perché il virus fa tanta paura?

La paura del coronavirus può causare o aggravare disturbi d’ansia e altre psicopatologie da trattare con l’aiuto di uno specialista. L’ansia da coronavirus COVID-19 deriva…

Continua a leggere...
incontinenza da ansia e stress

Incontinenza urinaria: cosa comporta e come si cura

L’incontinenza da ansia nei giovani e organica negli anziani sono spesso causa di depressione.    L’incontinenza urinaria è un problema molto frequente negli anziani e spesso limita…

Continua a leggere...