gonfiore addominale e fiato corto

Stomaco gonfio, respiro corto: rimedi per le somatizzazioni ansiose

La sensazione di non riuscire a respirare a fondo e il senso di oppressione allo stomaco possono essere sintomi fisici dell’ansia per i quali è utile rivolgersi ad uno specialista.

L’ansia può manifestarsi con sintomi somatici quali stomaco gonfio e respiro corto. A volte questi sintomi possono manifestarsi in assenza di alterazioni del tono dell’umore e senza altri sintomi gastrointestinali da stress.

Come si manifesta l’ansia allo stomaco?

L’ansia allo stomaco si manifesta con marcato gonfiore e dolore, anche in presenza di un’alimentazione corretta e di un’attività fisica regolare.

Perché si sente un peso sullo stomaco?

La sensazione di non riuscire a respirare a fondo e il senso di oppressione allo stomaco dovuti all’ansia sembrerebbero associati. Il gonfiore addominale, infatti, fa respirare male comportando un’estensione del senso di peso dall’addome al torace. Imparare ad effettuare la respirazione diaframmatica, infatti, migliora nettamente i sintomi da reflusso gastroesofageo.

Come capire se è ansia o problemi respiratori?

Respirare velocemente impedisce una completa espansione polmonare ed un efficace ricambio d’aria. L’interruzione improvvisa del respiro, infatti, può essere scambiata per asma. In presenza di esami strumentali nella norma, quali, ad esempio la spirometria, molto probabilmente il fiato corto dipende da una somatizzazione ansiosa. In alcuni pazienti asmatici, inoltre, possono essere presenti sintomi d’ansia che peggiorano la funzionalità respiratoria.

Alcuni ricercatori hanno esaminato la prevalenza di ansia, e depressione con sintomi somatici negli studenti universitari cechi e slovacchi durante la pandemia da COVID-19. A questo studio trasversale hanno partecipato un totale di 3099 intervistati. Durante la ricerca è stato somministrato un questionario sui sintomi somatici (PHQ-15), un test per il disturbo d’ansia generalizzato (GAD-7) e un questionario sui sintomi depressivi (PHQ-9). Tra gli studenti cechi, la prevalenza di sintomi somatici, ansia e depressione era rispettivamente del 72,2, 40,3 e 52%. Tra gli studenti slovacchi, la prevalenza di sintomi somatici, ansia e depressione era rispettivamente del 69,5, 34,6 e 47%.

Per quanto riguarda le differenze tra i paesi analizzati, nella Repubblica Ceca è stato identificato un punteggio significativamente più alto nei sintomi somatici, ansia e depressione. Inoltre, i fattori di rischio per i disturbi psicologici negli studenti cechi e slovacchi erano il genere femminile, l’età più giovane, il terzo grado di studio, lo studio di materie come informatica, matematica, tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Gavurova et al., 2022).

Come rilassare lo stomaco dall’ansia?

Imparare a respirare correttamente permette di ridurre il gonfiore addominale. Anche una corretta alimentazione povera di grassi e l’attività fisica migliorano la funzionalità digestiva permettendo di respirare meglio. In caso di contesti di vita particolarmente stressanti è utile effettuare un percorso di psicoterapia cognitivo-comportamentale e/o assumere una terapia farmacologica. Fondamentale è evitare il fai da te in quanto gli ansiolitici possono causare dipendenza.

È stata eseguita una meta-analisi per esaminare gli effetti terapeutici di Silexan sui sintomi somatici. L’efficacia di Silexan (80 mg/die) è stata studiata in pazienti con disturbi d’ansia sottosoglia (tre studi) e in pazienti con disturbo d’ansia generalizzato (due studi). Silexan è risultato superiore al placebo in termini di variazione media rispetto al basale nel punteggio dell’ansia somatica alla Hamilton Anxiety Rating Scale (HAMA) (Von Kanel R et al., 2021).

Riferimenti bibliografici:

Gavurova B et al (2022). Somatic Symptoms, Anxiety, and Depression Among College Students in the Czech Republic and Slovakia: A Cross-Sectional Study. Front Public Health. 10: 859107.
 
Von Kanel R et al (2021). Therapeutic effects of Silexan on somatic symptoms and physical health in patients with anxiety disorders: A meta-analysis. Review, Brain Behav. 11(4): e01997.

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

News

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra psicoterapeuta Roma Tiziana Corteccioni

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

stigma

Come non farsi condizionare dal giudizio e dai pregiudizi degli altri

Il giudizio e i pregiudizi degli altri non devono condizionare la vita di chi soffre: è ora di dire basta! Viviamo in una società dove…

Continua a leggere...
paura di non riuscire a prenotare viaggi

Cos’è la Notriphobia: cause, sintomi e cure

La Notriphobia è la paura di non aver prenotato viaggi e può essere trattata con un percorso di psicoterapia cognitivo-comportamentale. Il termine “notriphobia” deriva dalla…

Continua a leggere...
storia della psichiatria - Psichiatra Roma

La storia della Psichiatria

La storia della Psichiatria: dai riti religiosi alle terapie validate dagli studi scientifici. La psichiatria è la disciplina medica che si occupa di prevenire, diagnosticare,…

Continua a leggere...
Le promettenti ricerche sull’uso della Ketamina nella Depressione Maggiore Resistente - Psichiatra Roma

Uso della Ketamina nella Depressione Maggiore Resistente

Le promettenti ricerche sull’uso della Ketamina nella Depressione Maggiore Resistente. Negli ultimi due decenni, l’agente anestetico dissociativo ketamina, un antagonista non competitivo del recettore N-metil-D-aspartato…

Continua a leggere...