fattori rischio episodio depressivo

Cosa può causare la depressione: i fattori di rischio più comuni

La Depressione Maggiore può essere causata da specifici eventi e disfunzioni cognitive i quali ne favoriscono l’esordio ed i processi di ricaduta.

La Depressione Maggiore è una patologia invalidante che tende a riacutizzarsi rappresentando la seconda causa di disabilità nel mondo dopo la cardiopatia ischemica. Secondo recenti ricerche a breve ne potrebbe diventare la prima causa. 

Non si tratta di una patologia genetica ovvero può essere presente una predisposizione ma il quadro clinico è influenzato dall’ambiente. Esistono specifici fattori ed eventi comuni in chi soffre di questa patologia, spesso trascurati. I fattori di rischio per Depressione Maggiore, tuttavia, possono essere identificati per prevenirne l’insorgenza e trattarla prontamente.

Quali sono i fattori di rischio per l’insorgenza di un episodio depressivo maggiore e delle successive ricadute?

I pensieri disfunzionali sembrerebbero avere un ruolo chiave in chi è predisposto a soffrire di questa patologia in quanto emergerebbe una difficoltà ad utilizzare il proprio pensiero per regolare le emozioni. Altri fattori rischio citati dalle ricerche includono eventi e circostanze della vita stressanti, la presenza di depressione nei propri genitori, una difficoltà precoce nelle relazioni interpersonali (Hammen, 2018).

Molti pazienti a rischio di ricaduta depressiva riferiscono precedenti maltrattamenti infantili e/o disturbi del neurosviluppo. La presenza di sintomi residui post-trattamento ed una storia di recidive, inoltre, sono emersi come forti indicatori prognostici del rischio di ricaduta depressiva. Questi indicatori potrebbero essere utilizzati al fine di consigliare a determinati pazienti un trattamento continuativo o profilattico. 

Come trattare i pazienti a rischio di ricaduta per la Depressione Maggiore?

Interventi psicosociali sulle conseguenze del maltrattamento infantile, ad esempio, associati alla farmacoterapia ed a specifiche terapie psicologiche possono essere utili per affrontare sintomi depressivi residui. 

Cosa succede al cervello quando una persona va in depressione?

La ricerca futura è incentrata sulla comprensione dei percorsi che collegano il maltrattamento infantile e le disfunzioni cognitive all’alterazione dei percorsi neocorticali e limbici che elaborano le informazioni affettive. La conoscenza di questi meccanismi permetterebbe di prevenire il ricorso alla terapia farmacologica e alla psicoterapia facilitando il controllo cognitivo delle emozioni (Buckman et al., 2018).

Riferimenti bibliografici:

Buckman JEJ et al (2018). Risk factors for relapse and recurrence of depression in adults and how they operate: A four-phase systematic review and meta-synthesis. Clin Psychol Rev. 64:13-38.

Hammen C (2018). Risk Factors for Depression: An Autobiographical Review. Annu Rev Clin Psychol. 14:1-28.

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

News

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra Psicoterapeuta Roma

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

fattori rischio episodio depressivo

Cosa può causare la depressione: i fattori di rischio più comuni

La Depressione Maggiore può essere causata da specifici eventi e disfunzioni cognitive i quali ne favoriscono l’esordio ed i processi di ricaduta. La Depressione Maggiore…

Continua a leggere...
disturbi psichici sotto soglia

Come capire se si è depressi – disturbi psichici sotto soglia

La depressione sotto soglia può aumentare il rischio di soffrire di disturbo depressivo maggiore con sintomi completi. Il disturbo depressivo sotto soglia è caratterizzato da…

Continua a leggere...
terrore conflitto nucleare

Allarme terza guerra mondiale e disturbi psichici in aumento: cosa fare?

La paura di un conflitto globale nucleare sta comportando nella popolazione malessere e disagio psicologico con un conseguente danno alla salute mentale. La Rappresentante di…

Continua a leggere...

Narcisismo maligno: come difendersi

Il narcisista maligno si può curare se affronta il suo disturbo come problematica di coppia. Per narcisismo maligno si intende una sindrome complessa che comprende tratti…

Continua a leggere...