Cos'è il disturbo ossessivo-compulsivo - Psichiatra Roma

Cos’è il disturbo ossessivo-compulsivo

Capita a molti di tornare a casa dopo aver preso i mezzi pubblici e lavarsi le mani prima di iniziare a mangiare oppure di controllare che la propria automobile sia stata chiusa correttamente.

Quello che succede a chi soffre di Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC) è, invece, di avere pensieri persistenti e ricorrenti che interferiscono con le attività quotidiane riguardanti il dubbio di aver effettuato un’azione (come aver chiuso il rubinetto del gas, la serratura della porta, aver messo in ordine l’armadio, aver detto una bestemmia) oppure la paura di essersi contaminati rischiando di ammalarsi inevitabilmente. Tali pensieri disturbanti denominati ossessioni sono spesso seguiti da tentativi di soluzione del problema ovvero da comportamenti (controllare, lavarsi, mettere in ordine) o azioni mentali (pregare) prolungati e inefficaci che portano di solito ad una grande perdita di tempo (compulsioni).

Chi soffre di DOC interrompe importanti attività come vedere gli amici, uscire e andare a lavoro con importanti ripercussioni sull’umore. Attualmente circa un milione di italiani è colpito da DOC. L’età di insorgenza è dai 15 ai 25 anni.

La terapia può essere farmacologica (antidepressivi, neurolettici) o psicoterapeutica (generalmente di tipo cognitivo-comportamentale).

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

News

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra Psicoterapeuta Roma

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

farmacofobia

Come superare la paura di prendere i farmaci

Il timore di assumere i farmaci si può superare chiedendo spiegazioni dettagliate al medico prescrittore o effettuando un percorso di psicoterapia. La paura di prendere…

Continua a leggere...
diagnosi psicologica errata

Diagnosi psicologica sbagliata: cosa fare?

In caso di una diagnosi errata in psichiatria è possibile richiedere un secondo parere o effettuare test psicodiagnostici prescritti dal medico curante. La diagnosi psicologica…

Continua a leggere...
patricidio o matricidio

Il desiderio di uccidere il padre o la madre: significato in psicologia

Il pensiero di uccidere i propri genitori può essere un’ossessione oppure un vero e proprio piano omicida che va valutato attentamente da uno specialista. Il…

Continua a leggere...
essere rifiutati da innamorati

Rifiuto in amore: cosa fare?

Essere rifiutati quando si è innamorati di qualcuno può comportare l’insorgenza di sintomi ossessivi, depressivi e comportamenti aggressivi tali da richiedere il supporto di uno…

Continua a leggere...