via Panaro 11, Roma - zona Corso Trieste | tel. 380.89.06.289

  piazza Armenia 9, Roma - zona San Giovanni | tel. 380.89.06.289

vortioxetina

Vortioxetina: a breve in Italia il nuovo farmaco contro ansia e depressione

Vortioxetina è il nome di un nuovo farmaco per il trattamento della Depressione Maggiore, approvato dalla Food and Drug Administration nel settembre 2013. In Italia sarà commercializzata dall’azienda danese Lundbeck nelle prossime settimane.

Si tratterebbe di un antidepressivo antagonista dei recettori 5-HT3-R, 5-HT7-R e 5-HT1D-R. Il farmaco, inoltre, sarebbe un agonista parziale del recettore 5-HT1B-R, un agonista totale del recettore 5-HT1A-R ed un inibitore della ricaptazione della serotonina (Riga et al., 2016).
Come gli altri antidepressivi è stato ipotizzato il suo utilizzo anche nel trattamento dei disturbi d’ansia. Recenti studi hanno valutato l’efficacia e la sicurezza del farmaco nel disturbo d’ansia generalizzato (GAD) degli adulti.

Una ricerca sistematica delle varie pubblicazioni sull’argomento ha preso in considerazione 1843 pazienti adulti affetti da GAD in trattamento con vortioxetina.
I risultati hanno mostrato che dosi multiple (2,5, 5 e 10 mg al giorno) di vortioxetina non miglioravano in modo significativo i sintomi di GAD rispetto al placebo. Anche l’efficacia di 2,5 mg al giorno di vortioxetina rispetto a 10 mg al giorno non mostrerebbe differenze significative. Gli effetti avversi comuni nei pazienti durante lo studio sono stati nausea e cefalea.
La nausea nei pazienti sembrerebbe aumentare con una maggiore dose del farmaco mentre nessuna differenza significativa dose correlata sembrerebbe emergere per la cefalea. L’utilizzo della vortioxetina per il trattamento del GAD, quindi, non è supportato dalle ultime ricerche.
Assumendo vortioxetina, infatti, non sembrerebbe esserci alcun miglioramento significativo dei sintomi del GAD rispetto al placebo e la nausea sembrerebbe aumentare a dosi più elevate (Fu et al., 2016).

L’efficacia della vortioxetina, invece, sembrerebbe dimostrata nei GAD di gravità elevata. Secondo un’altra ricerca i pazienti con grave GAD dopo l’utilizzo di vortioxetina presenterebbero una riduzione significativa alla Hamilton Anxiety Rating Scale (HAM-A) rispetto ai soggetti sani di controllo. Durante la ricerca l’interruzione a causa di eventi avversi è stata solo marginalmente superiore rispetto al trattamento con placebo mentre la sospensione del farmaco per altri motivi o per inefficacia non erano significativamente differenti tra i gruppi di trattamento (Pae et al., 2015).

L’efficacia e la sicurezza di vortioxetina per il trattamento di adulti con disturbo depressivo maggiore sono state valutate in 11 studi randomizzati, in doppio cieco, controllati con placebo della durata di 6/8 settimane. Le dosi somministrate variavano da 5 a 20 mg al giorno. L’obiettivo primario delle ricerche era rappresentato dalla variazione di punteggio alla Montgomery-Asberg Depression Rating Scale (MADRS). Il tasso di risposta era rappresentato da una riduzione alla MADRS ≥50%, il tasso di remissione, invece, da una riduzione ≤ a 10. 1824 pazienti sono stati trattati con placebo e 3304 pazienti con vortioxetina. Dai risultati emergerebbe che vortioxetina alla dose di 5, 10 e 20 al giorno sembrerebbe associata ad una riduzione significativa del punteggio totale alla MADRS rispetto al placebo. Questa ricerca valuterebbe l’efficacia della vortioxetina negli adulti con Depressone Maggiore, supportando i risultati dei singoli studi, specialmente attraverso un incremento graduale della dose (Thase et al., 2016).

Riferimenti bibliografici:

Fu J et al (2016). The efficacy and safety of multiple doses of vortioxetine for generalized anxiety disorder: a meta-analysis. Neuropsychiatr Dis Treat. 12:951-9.

Pae CU et al (2015). Vortioxetine, a multimodal antidepressant for generalized anxiety disorder: a systematic review and meta-analysis. J Psychiatr Res. 64:88-98.

Riga MS et al (2016). Involvement of 5-HT3 receptors in the action of vortioxetine in rat brain: Focus on glutamatergic and GABAergic neurotransmission. Neuropharmacology. S0028-3908(16) 30163-0.

Thase ME et al (2016). A meta-analysis of randomized, placebo-controlled trials of vortioxetine for the treatment of major depressive disorder in adults. Eur Neuropsychopharmacol. [Epub ahead of print].

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra-a-Roma-e-Perugia-Psicoterapeuta-Tiziana-Corteccioni

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

Principali patologie trattate

  • Depressione Maggiore
  • Disturbo Bipolare
  • Attacchi di Panico
  • Disturbo d'Ansia Generalizzato
  • Fobia Sociale
  • Fobie Specifiche
  • Disturbo Ossessivo-compulsivo
  • Disturbi del Sonno
  • Disturbi Alimentari
  • Disturbi di Personalità
  • Schizofrenia

Depressione in menopausa: sintomi, rimedi naturali o farmacologici per evitare tristezza, ansia e panico

La menopausa è una condizione fisiologica della vita femminile che comporta notevoli cambiamenti: ormonali e psicologici. La presenza di periodi di depressione ed episodi di…

Continua a leggere...

Bassa autostima e ansia: cause, conseguenze, rimedi per risolvere i problemi

La presenza di bassa autostima è un problema psicologico diffuso soprattutto tra giovani ed adolescenti i quali, attraverso la percezione di un mondo minaccioso ed…

Continua a leggere...

Mancanza di appetito da ansia, depressione o anoressia nervosa: cause psicologiche di inappetenza e dimagrimento

La mancanza di appetito è un sintomo caratteristico di vari disturbi psichici: può presentarsi in seguito ad attacchi di panico (con ansia somatizzata allo stomaco),…

Continua a leggere...

Labilità emotiva come disturbo affettivo relazionale: cause e terapia

La labilità affettiva o emotiva è una manifestazione clinica di alcuni disturbi psichici come la Depressione Maggiore. Si tratta di un sintomo che può derivare da…

Continua a leggere...

Condividi con un amico