via Panaro 11, Roma - zona Corso Trieste | tel. 380.89.06.289

  piazza Armenia 9, Roma - zona San Giovanni | tel. 380.89.06.289

psichiatra privato

Psichiatra privato per curare ansia e depressione: dalle cure fai da te alle terapie efficaci

Spesso se si soffre di disturbi depressivi e ansiosi non ci si sente compresi dai propri familiari o amici i quali possono arrivare a sottovalutare il profondo disagio che si prova.
Lo psichiatra privato svolge una visita durante la quale il paziente può ricevere la prescrizione farmacologica adeguata ma soprattutto può parlare liberamente del suo disagio trovando molte delle risposte che cerca.

In uno studio effettuato in Asia sono stati esaminati i fattori che influenzano l’efficacia di una cura e che sono generalmente associati alla somministrazione di antidepressivi. Sulla base dei dati riportati e dell’esperienza clinica le dosi farmacologiche sembrerebbero associate a fattori demografici e clinici. Questo studio trasversale farmacoepidemiologico ha analizzato i dati raccolti da 4164 partecipanti provenienti da 10 paesi asiatici. Le dosi di antidepressivo prescritte erano più alte tra paesi come la Corea e più basse a Singapore ed in Indonesia con una media di 124 mg al giorno di imipramina o farmaci equivalenti. Le dosi medie giornaliere erano aumentate del 12% tra il 2004 ed il 2013 risultando significativamente e progressivamente più alte tra i pazienti ricoverati per Depressione Maggiore, disturbi d’ansia e disturbo bipolare. La dose farmacologica prescritta era associata alla tipologia del centro di cura (struttura privata o pubblica, psichiatria o medicina generale) (Rajaratnam et al., 2016).

Una metanalisi ha esaminato e riassunto i fattori, il contesto ed i processi che possono influenzare la motivazione degli operatori sanitari nelle strutture pubbliche. 25 studi hanno soddisfatto i criteri di ammissibilità per questa revisione della letteratura. I temi valutati erano le prestazioni a lavoro, l’organizzazione, la paga, lo stato civile, le caratteristiche personali, i rapporti di lavoro, l’autonomia, il ruolo organizzativo, la formazione e la significatività del lavoro.
Emergeva la necessità di una ricerca qualitativa e dell’uso di casi di studio per esaminare la motivazione al lavoro nelle strutture sanitarie. Tutti gli studi esaminati erano trasversali, mancava quindi una ricerca longitudinale utile a fornire informazioni relative alla modalità di cambiamento della motivazione al lavoro, di influenzamento e modellamento nel tempo. Per garantire una migliore performance gli operatori sanitari dovevano avere accesso ad opportunità di formazione in modo tale da ottimizzare l’autonomia. Per migliorare la motivazione al lavoro, inoltre, era necessario affrontare le problematiche relazionali nei luoghi di lavoro. Secondo le conclusioni della ricerca affrontare i fattori che influenzano la motivazione al lavoro in ambito sanitario sarebbe un obiettivo importante da raggiungere in quanto potrebbe influenzare la qualità di cure ricevute dai pazienti (Perreira et al., 2016).

I programmi di monitoraggio di prescrizione farmacologica sono strumenti finalizzati a ridurre l’abuso o l’uso non medico di farmaci prescritti. Il successo di tali programmi dipende in gran parte dalla conoscenza e dall’utilizzo effettuato da parte dei medici. Un sondaggio a livello nazionale ha valutato 1000 medici di base negli Stati Uniti nel 2014 per caratterizzare i loro atteggiamenti e la consapevolezza verso l’uso di programmi di monitoraggio della prescrizione farmacologica. 420 medici di base (il 58%) hanno completato le indagini. Tra tutti i medici intervistati, il 72% erano consapevoli dell’esistenza di un programma di monitoraggio delle prescrizioni nel loro Stato e il 53% ha riferito di utilizzare uno di questi programmi. Per aumentare l’uso dei programmi nella pratica clinica si dovrebbe considerare l’importanza di un investimento nella divulgazione e nell’adozione di misure per migliorare la facilità di accesso o di utilizzo di tali programmi (Rutkow et al, 2015).

Troppo spesso, infatti, in caso di disturbi d’ansia e/o di depressione i pazienti fanno ricorso all’uso di cure fai da te o abusano di prescrizioni effettuate, magari precedentemente, dai medici di base senza effettuare alcun controllo clinico successivo e non rivolgendosi ad alcuno specialista. Queste strategie generalmente si rivelano inefficaci per trattare adeguatamente il disturbo.

Riferimenti bibliografici:

Perreira TA et al (2016). Work motivation in health care: a scoping literature review. Int J Evid Based Healthc. 14(4): 175-182.

Rajaratnam K et al (2016). Factors Associated With Antidepressant Dosing in Asia: Findings From the Research on Asian Psychotropic Prescription Study. J Clin Psychopharmacol. 36(6): 716-719.

Rutkow L et al (2015). Most primary care physicians are aware of prescription drug monitoring programs, but many find the data difficult to access. Health Aff (Millwood). 34(3): 484-92.

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra-a-Roma-e-Perugia-Psicoterapeuta-Tiziana-Corteccioni

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

Principali patologie trattate

  • Depressione Maggiore
  • Disturbo Bipolare
  • Attacchi di Panico
  • Disturbo d'Ansia Generalizzato
  • Fobia Sociale
  • Fobie Specifiche
  • Disturbo Ossessivo-compulsivo
  • Disturbi del Sonno
  • Disturbi Alimentari
  • Disturbi di Personalità
  • Schizofrenia

Tricotillomania e perdita dei capelli da stress: cause, rimedi omeopatici e terapia farmacologica per non perdere o strapparsi i capelli

La perdita dei capelli o alopecia può avere un effetto significativo sulla qualità della vita delle persone che ne sono affette e sulle loro relazioni…

Continua a leggere...

Come uscire dalla solitudine affettiva: cosa fare quando causa sintomi di tristezza, ansia e depressione

La condizione di solitudine momentanea, ripetuta nella vita quotidiana, può rinforzare i meccanismi psicologici che contribuiscono allo sviluppo di una condizione di solitudine prolungata, tristezza…

Continua a leggere...

Schizofrenia, sintomi iniziali: come inizia una psicosi e si diventa schizofrenici

La schizofrenia o psicosi è una patologia caratterizzata da deliri, allucinazioni, alterazioni comportamentali, disturbi dell’eloquio, sintomi cognitivi e negativi. Esperienze tipiche possono precedere ed indicare l’emergere…

Continua a leggere...

Fame emotiva o nervosa: cause e rimedi ovvero come controllarsi davanti al cibo

Il cibo può essere utilizzato come sfogo, consolazione, compensazione di un vuoto lasciato da una difficoltà nella regolazione delle emozioni. In questi casi si può…

Continua a leggere...

Condividi con un amico