via Panaro 11, Roma - zona Corso Trieste | tel. 380.89.06.289

  piazza Armenia 9, Roma - zona San Giovanni | tel. 380.89.06.289

amore

Cos’è l’amore? Fisiologia, psicologia, psicoterapia

L’amore romantico può essere definito come uno stato motivazionale associato al desiderio di entrare in rapporto o di mantenere una stretta relazione con una persona specifica (Song et al., 2015).  L’orientamento sessuale descrive, invece, le attrazioni o i desideri sessuali degli individui in relazione al personale obiettivo sessuale. Si tratta di aspetti complessi che tengono conto di fattori di genere non biologici, preferenze sessuali non legate al proprio genere o potenziali divergenze tra amore e sessualità (van Anders, 2015).

Gli studi di risonanza magnetica funzionale (fMRI) hanno evidenziato un aumento di attività localizzata nelle regioni cerebrali coinvolte nei comportamenti di ricompensa, nella motivazione e nella regolazione delle emozioni realizzati facendo visualizzare ad innamorati fotografie dei loro partner. Dai risultati l’attività dorsale sinistra della corteccia cingolata anteriore era aumentata in maniera significativa nei soggetti con relazioni affettive ancora in corso rispetto agli individui con relazioni concluse. L’attività della corteccia cingolata anteriore sinistra, inoltre, era correlata positivamente con la durata del tempo di innamoramento e negativamente con le emozioni negative del periodo di rottura della relazione. I circuiti neurologici della ricompensa, della motivazione e delle emozioni coinvolgevano le seguenti aree: corteccia cingolata anteriore, insula, nucleo caudato, amigdala e nucleo accumbens mentre i circuiti neurologici attivati relativi alla cognizione sociale comprendevano la giunzione temporo-parietale, la corteccia cingolata posteriore, la corteccia prefrontale mediale, la corteccia parietale inferiore, il precuneo ed il lobo temporale. Queste ultime aree sono risultate significativamente attivate nel gruppo dei soggetti che avevano una relazione stabile. Lo studio in esame fornirebbe una prova empirica delle alterazioni dell’architettura funzionale presenti nel cervello durante l’innamoramento (Song et al., 2015).

L’amore romantico ha notevoli influenze sulla vita delle persone. Esso coinvolge due sistemi motivazionali fondamentali dell’individuo: unisce infatti il bisogno di cure da parte del soggetto (attaccamento) ed il bisogno di conoscere (esplorazione). Sono stati proposti, persino, alcuni questionari psicologici per poterlo valutare come ad esempio l’Infatuation and Attachment Scales (IAS). L’IAS è uno strumento psicometrico a 20 item in grado di esplorare gli effetti dell’infatuazione e dell’attaccamento sul comportamento, le emozioni, le cognizioni ed il funzionamento del cervello (Langeslag et al., 2013).

La rottura o la minaccia di rottura delle relazioni sentimentali comporta il coinvolgimento di emozioni intense, spesso difficili da regolare. Durante una separazione, infatti, viene messa in discussione la propria identità ed il proprio modo di sentirsi con l’altro. Il lavoro di ricostruzione del proprio senso di sé dopo la fine di una relazione amorosa avviene nel tempo ed è diverso da persona a persona. A volte la disregolazione emotiva può comportare una marcata compromissione del funzionamento nelle attività quotidiane, sociali e lavorative tale da richiedere l’aiuto di uno specialista.

La psicoterapia generalmente consigliata può essere individuale o di coppia. Bisogna sottolineare, però, che tutti i percorsi terapeutici sono a scopo conoscitivo. Essi, infatti, non hanno come finalità quella di ripristinare il legame ma di ricostruire il proprio senso di sé ottenendo una più efficace regolazione delle proprie emozioni. Durante il percorso terapeutico o alla fine della psicoterapia l’individuo potrà decidere se e quale relazione intraprendere recuperando gradualmente la fiducia in sé, negli altri ed il funzionamento globale.

Riferimenti bibliografici:

Langeslag SJ et al (2013). Measuring romantic love: psychometric properties of the infatuation and attachment scales. J Sex Res. 50 (8): 739-47.

Song H et al (2015). Love-related changes in the brain: a resting-state functional magnetic resonance imaging study. Front Hum Neurosci. 13 (9): 71.

Van Anders SM (2015). Beyond Sexual Orientation: Integrating Gender/Sex and Diverse Sexualities via Sexual Configurations Theory. Arch Sex Behav [Epub ahead of print].

 

 

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra-a-Roma-e-Perugia-Psicoterapeuta-Tiziana-Corteccioni

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

Principali patologie trattate

  • Depressione Maggiore
  • Disturbo Bipolare
  • Attacchi di Panico
  • Disturbo d'Ansia Generalizzato
  • Fobia Sociale
  • Fobie Specifiche
  • Disturbo Ossessivo-compulsivo
  • Disturbi del Sonno
  • Disturbi Alimentari
  • Disturbi di Personalità
  • Schizofrenia

Gravidanze indesiderate, inaspettate e violenze infantili o adolescenziali: come fare per prevenire o accettare nascite non volute

La scoperta di una gravidanza inaspettata, soprattutto se indesiderata, viene vissuta spesso come un trauma. In questi casi non si accetta la gravidanza e si…

Continua a leggere...

Mal di testa da stress, ansia e depressione: come farlo passare, rimedi possibili per prevenirlo senza ricorrere a troppe medicine

Lo stress psicologico, l’ansia e la depressione possono essere cause psicologiche o psicosomatiche del mal di testa manifestandosi con cefalea episodica o cronica di tipo…

Continua a leggere...

I sogni hanno un significato e una funzione? Perchè si sogna? Spiegazione del sogno attraverso le neuroscienze e la psicologia

Il sogno è uno stato di coscienza caratterizzato da esperienze sensoriali, cognitive ed emozionali generate internamente durante il sonno. Durante la fase del sonno REM…

Continua a leggere...

Sudorazione improvvisa notturna o diurna da ansia: cause, conseguenze, rimedi

Ansia e agitazione possono provocare brividi e sudorazione eccessiva fredda notturna o diurna. In caso di sudorazione notturna sono molto comuni i risvegli con un conseguente…

Continua a leggere...

Condividi con un amico