paura del treno

Come superare la paura di salire sui mezzi pubblici?

Come superare la paura del treno, della metro, dell’autobus o di altri mezzi pubblici? Rimedi per l’ansia da viaggio e per l’agitazione da partenza del viaggiatore.

 

La paura di viaggiare da soli rappresenta un sintomo d’ansia molto comune ma non sempre viene affrontata da chi ne soffre. A volte si tollera continuando a spostarsi, altre è talmente intensa da impedire al soggetto che ne soffre di prendere il treno, la metro, l’autobus o altri mezzi pubblici.

Quali sono le cause della paura di viaggiare e dell’agitazione da partenza ovvero dell’ansia da viaggio? La paura di viaggiare in treno rappresenta una condotta di evitamento tipica di chi soffre di attacchi di panico. Oltre al treno molto comune è la paura di viaggiare mediante altri mezzi pubblici di trasporto quali l’aereo e la metropolitana (spesso erroneamente chiamata fobia della metropolitana). Alla base c’è generalmente il timore di un luogo chiuso, affollato, privo di una via di uscita rapidamente raggiungibile.

La paura di viaggiare in treno può rappresentare anche un sintomo tipico dei soggetti affetti da disturbo ossessivo-compulsivo nei quali la toilette del treno può costituire una barriera in quanto tale mezzo di trasporto spesso è percepito come sporco con un conseguente utilizzo sgradevole. Gli utenti dei servizi igienici dei treni olandesi, inoltre, hanno un problema aggiuntivo ovvero quello di dover conservare il bagaglio a mano in uno spazio confinato nel bagno. Durante una ricerca olandese sono state poste due domande specifiche sulle modalità di utilizzo del bagaglio a mano nell’ambiente “toilette per treni”. Durante la compilazione del questionario i viaggiatori del treno hanno riferito che portare il bagaglio a mano nella toilette dei treni rappresentava un problema. Alcuni passeggeri avevano tenuto il bagaglio a mano sul proprio corpo oppure lo avevano posizionato sul pavimento del bagno del treno stesso. Le donne avevano più bisogno di portare sempre con sé il bagaglio rispetto agli uomini. La maggior parte dei partecipanti alla ricerca aveva tenuto il bagaglio a mano ad una grande distanza dal water e la maggior parte lo aveva tolto dal pavimento (14 su 22) perché considerato dotato di scarsa igiene. Il posizionamento di un gancio per il cappotto o il bagaglio a 1,840 m di distanza dal pavimento era considerato troppo alto, fuori dalla zona comfort delle persone (Loth et al., 2018). I soggetti affetti da disturbo ossessivo-compulsivo, quindi, possono decidere di non prendere il treno, l’autobus o la metropolitana proprio per evitare di mettere in atto prolungati e frequenti rituali di lavaggio per purificarsi dalla contaminazione ricevuta durante il viaggio.

Come superare la paura del treno, della metro, dell’autobus o di altri mezzi pubblici? Come vincerla? Quali sono i rimedi per l’ansia da viaggio e per l’agitazione prima della partenza?
Una ricerca ha valutato il beneficio di video clip narrativi con incorporata una funzione di realtà virtuale e presentati sul sito web di un hotel per alleviare l’ansia da viaggio dei viaggiatori. Nei video clip si sottolineava la presenza durante il viaggio di un percorso di fuga e si fornivano eventuali informazioni sui passeggeri vicini. Dai risultati dello studio è emersa una relazione statisticamente significativa tra il grado di ansia da viaggio ed il sollievo psicologico ottenuto attraverso l’uso di funzioni di realtà virtuale incorporate in video clip narrativi sul sito web dell’hotel (Ahn & Lee, 2013).

In caso di evitamento prolungato dell’uso del treno, della metropolitana, dell’autobus o di altri mezzi pubblici di trasporto, fondamentale per il funzionamento socio-lavorativo, è utile rivolgersi ad uno specialista al fine di impostare il più adeguato percorso clinico (psicoterapeutico e/o farmacologico).

Riferimenti bibliografici:

Ahn JC & Lee O (2013). Alleviating travel anxiety through virtual reality and narrated video technology. Bratisi Lek Listy. 114(10): 595-602.

Loth M et al (2018). Hand luggage in the train toilet. Work. 59(3): 387-399.

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra Roma

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

Principali patologie trattate

coronavirus disturbi psichici

Coronavirus: le conseguenze psicologiche

L’epidemia da coronavirus può favorire l’insorgenza di disturbi psichici invalidanti. Il coronavirus COVID-19 è un virus a RNA scoperto per la prima volta nel 2019…

Continua a leggere...
Ansia da Coronavirus - Psichiatra Roma

Ansia da coronavirus: perché il virus fa tanta paura?

La paura del coronavirus può causare o aggravare disturbi d’ansia e altre psicopatologie da trattare con l’aiuto di uno specialista. L’ansia da coronavirus COVID-19 deriva…

Continua a leggere...
incontinenza da ansia e stress

Incontinenza urinaria: cosa comporta e come si cura

L’incontinenza da ansia nei giovani e organica negli anziani sono spesso causa di depressione.    L’incontinenza urinaria è un problema molto frequente negli anziani e spesso limita…

Continua a leggere...
cause e terapia prurito psicosomatico

Prurito da stress: cause e terapia

Prurito da stress: sintomi psicosomatici in assenza di manifestazioni cutanee possono essere trattati in modo efficace con farmaci e psicoterapia.   Il prurito diffuso al…

Continua a leggere...