via Panaro 11, Roma - zona Corso Trieste | tel. 380.89.06.289

  piazza Armenia 9, Roma - zona San Giovanni | tel. 380.89.06.289

gravidanze indesiderate e violenze

Gravidanze indesiderate, inaspettate e violenze infantili o adolescenziali

Come fare per prevenire o accettare nascite non volute.

 

La scoperta di una gravidanza inaspettata, soprattutto se indesiderata, viene vissuta spesso come un trauma. In questi casi non si accetta la gravidanza e si ha un rifiuto psicologico. Una storia di gravidanze indesiderate ripetute in età adolescenziale può essere attribuibile a varie cause, non solo psicologiche. Una revisione sistematica degli studi a riguardo fornisce una valutazione completa dei fattori di rischio e di quelli protettivi associati a ripetute gravidanze inaspettate, indesiderate in adolescenti di età inferiore a 20 anni. 26 studi epidemiologici, in gran parte dagli Stati Uniti (n = 24), hanno dimostrato che l’uso della contraccezione riduceva notevolmente il rischio di gravidanze adolescenziali ricorrenti. In queste ragazze sono stati riscontrati fattori protettivi correlati all’istruzione, che comprendevano un livello di istruzione superiore ed una continuità scolastica. Viceversa la presenza di depressione, una storia di aborti, determinati fattori relazionali aumentavano il rischio di gravidanze adolescenziali ripetuteL’uso del contraccettivo, i fattori educativi, la depressione e una storia di aborti sarebbero quindi predittori altamente influenti di gravidanze ripetute in età adolescenziale (Maravilla et al., 2017).

Uno studio ha esaminato la relazione tra violenze intime da parte del partner e la presenza di gravidanze non volute tra giovani donne dell’Asia meridionale utilizzando dati demografici e sanitari provenienti dall’India (periodo 2005-2006), Bangladesh (anno 2007) e Nepal (anno 2011). Le intervistate erano donne adolescenti e giovani adulte di età compresa tra 15 e 24 anni che avevano avuto almeno un parto nei cinque anni precedenti all’indagine. Il 38% delle intervistate in India, il 52% in Bangladesh e il 28% in Nepal hanno riportato di aver avuto esperienze di violenza fisica e sessuale. Le donne con tali esperienze avevano maggiori probabilità di avere una gravidanza indesiderata. La violenza fisica e sessuale rappresenterebbe, pertanto, un fattore di rischio per una gravidanza involontaria tra donne adolescenti e giovani adulte (Anand et al., 2017).

L’uso inefficace dei contraccettivi tra le giovani donne sessualmente attive è estremamente prevalente e rappresenta un fattore di rischio significativo per una gravidanza indesiderata, inaspettata. La contraccezione inefficace implica l’uso del metodo del coito interrotto o l’uso incoerente di alcuni tipi di contraccezione (preservativi e pillole del giorno dopo per il controllo delle nascite). Una ricerca ha esaminato l’esposizione a violenza ed i fattori psicologici legati all’uso inefficace di contraccettivi tra le giovani donne sessualmente attive. 315 giovani donne non sessualmente attive sono state reclutate nella ricerca valutando le loro storie di abusi infantili, violenza a livello comunitario o rapporti intimi violenti da parte del partner, sintomi depressivi ed il livello di autostima. Le indagini di follow-up hanno misurato, 9 mesi dopo, il tipo e la consistenza dei metodi contraccettivi utilizzati. Dai risultati è emerso che la violenza sessuale infantile e la bassa autostima erano significativamente correlate all’uso inefficace dei metodi di contraccezione. I sintomi depressivi, invece, non erano correlati all’uso inefficace della contraccezione.

Cosa fare in caso di gravidanze indesiderate, inaspettate? Come fare per prevenirle? Come accettare una gravidanza indesiderata, inaspettata? Gli interventi per ridurre il rischio di gravidanze non volute dovrebbero considerare gli effetti a lungo termine delle violenze sessuali durante l’infanzia e affrontare il ruolo della scarsa autostima sulla capacità delle giovani donne sessualmente attive di utilizzare efficacemente e costantemente la contraccezione (Nelson et al., 2017). Al fine di prevenire ulteriori gravidanze non volute o accettare una gravidanza indesiderata in corso è fondamentale affidarsi ad uno psicologo e/o ad uno psichiatra psicoterapeuta per esplorare i propri vissuti emotivi legati a precedenti esperienze traumatiche trattando efficacemente lo stato ansioso-depressivo sottostante.

Riferimenti bibliografici:

Anand E et ak (2017). Intimate partner violence and unintended pregnancy among adolescent and youn adult married women in South Asia. J Biosoc Sci. 49(2): 206-221.

Maravilla JC et al (2017). Factors influencing repeated teenage pregnancy: a review and meta-analysis. Am J Obstet Gynecol. [Epub ahead of print].

Nelson DB et al (2017). Preventing Unintended Pregnancy Among Young Sexually Active Women: Recognizing the Role of Violence, Self-Esteem, and Depressive Symptoms on Use of Contraception. J Womens Health (Larchmt). 26(4): 352-360.

Condividi l'articolo sui Social:

Ultimi Articoli

Ricerca articolo su patologia di interesse

Dott.ssa Tiziana Corteccioni

Psichiatra-a-Roma-e-Perugia-Psicoterapeuta-Tiziana-Corteccioni

Psichiatra e Psicoterapeuta.
Riceve a Roma e a Perugia.

La Dott.ssa Tiziana Corteccioni è un Medico Chirurgo, Specialista in Psichiatria, Psicoterapeuta ad orientamento clinico cognitivo comportamentale. Collabora con l'Associazione di Clinica Cognitiva, sede di Roma.

Principali patologie trattate

  • Depressione Maggiore
  • Disturbo Bipolare
  • Attacchi di Panico
  • Disturbo d'Ansia Generalizzato
  • Fobia Sociale
  • Fobie Specifiche
  • Disturbo Ossessivo-compulsivo
  • Disturbi del Sonno
  • Disturbi Alimentari
  • Disturbi di Personalità
  • Schizofrenia

Ludopatia: come uscirne da soli o con l’aiuto di un terapeuta

Quali sono le possibili auto-terapie per il gioco d’azzardo patologico e quando serve il supporto di uno specialista?    Il gioco d’azzardo patologico (o ludopatia) rappresenta…

Continua a leggere...
disturbi d'ansia generalizzato

Nel cervello di chi ha paura di tutto: psicologia, dati neurobiologici

Un viaggio nella mente di chi teme ogni cosa.   Chi ha paura di tutto non riesce a vivere serenamente sia perché presenta un calo…

Continua a leggere...
allucinazioni da perdita

Allucinazioni dopo lutto: cosa sono, quando preoccuparsi

Una perdita significativa può comportare l’insorgenza di fenomeni dispercettivi transitori o persistenti.    Dopo un lutto si cambia, si rivalutano i propri bisogni e quelli degli altri…

Continua a leggere...
nuovo antipsicotico di terza generazione

Farmaci neurolettici di nuova generazione: in arrivo la cariprazina

In Italia è in arrivo la cariprazina (nome commerciale Vraylar ), un nuovo farmaco neurolettico (o antipsicotico), una molecola efficace nel trattamento della schizofrenia e del disturbo…

Continua a leggere...